Archivio | Libri RSS for this section

“Crisco Disco: Disco music & clubbing gay tra gli anni 70 e 80” di Luca Locati Luciani

Crisco Disco

Di seguito dal capitolo “Disco Clone. L’edonismo di Fire Island invade New York”12


Di seguito dal capitolo “The Boys Come To Town – Perchè la Disco è (o non è) una musica “gay”
34

Crisco Disco: Disco music & clubbing gay tra gli anni 70 e 80” di Luca Locati Luciani – Edizioni Vololibero  – 2013  (qui anche in ebook)

Libro con tante informazioni sui luoghi e sulla nascita della musica Disco. Nell’estratto che è possibile leggere su Amazon (sopra la copertina c’è il link) si possono notare i vari capitoli in cui è suddiviso il libro, alcuni dedicati anche alla scena italiana di quegli anni.
Ci sono inoltre varie interviste a DJ, una discografia e un utile Dizionarietto dei termini più importanti.
Qui su Youtube un’intervista all’autore che parla del suo libro.

“Highsmith. Una storia d’amore degli anni Cinquanta” di Marijane Meaker

Meaker copy

Highsmith 1


Highsmith 3Highsmith 4

“Highsmith. Una storia d’amore degli anni Cinquanta” di Marijane Meaker – Sellerio editore – 2007

Marijane Meaker è una scrittrice di gialli e mistery che alla fine degli anni Cinquanta conobbe Patricia Highsmith ed ebbe con lei una relazione durata un paio d’anni.
In “Highsmith. Una storia d’amore degli anni Cinquanta” la Meaker racconta questa storia (senza alcun sentimentalismo), ma soprattutto tratteggia l’ambiente artistico e culturale della New York di quei tempi (perlomeno delle classi borghesi medio-alte), e in particolare del mondo omosessuale che era già parecchio sviluppato nei suoi luoghi d’incontro e reti di amicizie.
Molto interessanti anche gli accenni ai libri che le due scrittrici stavano scrivendo in quel periodo, o a quelli che avevano già scritto – come “The price of salt” della Highsmith – ovvero “Carol“, uscito sotto pseudonimo nel 1952 e che in poco tempo vendette un milione di copie (qui un articolo che parla sia del libro che del film di Haynes).

“Love song – Storia di un matrimonio” di Federico Novaro

Love song

Love song – Storia di un matrimonio” di Federico Novaro – 2014 -ISBN Edizioni

SAM_1268


SAM_1269


SAM_1270SAM_1271

C’erano molti altri brani che avrei voluto inserire da questo libro, per cui il mio consiglio è di comprarlo (c’è anche in ebook) e di leggerlo tutto.
Io non vidi (come sempre) il Sanremo in cui fu presente Federico Novaro con suo marito; però ho visto il video presente in questo articolo.
Qui una recensione di Piergiorgio Paterlini di Love song.

“Tutta un’altra storia” di Giovanni Dall’Orto

Tutta un'altra storia cop

Dall'Orto1

Tratto dalla “Premessa” dell’autore


Dall'Orto2

Tratto dal capitolo 23


Dall'Orto3


Dall'Orto4 Tratto dal capitolo 24

Pochi brani presi un po’ a caso tra i tanti che avrei potuto scegliere da questo libro molto interessante, da cima a fondo: “Tutta un’altra storia – L’omosessualità dall’antichità al secondo dopoguerra” di Giovanni Dall’Orto – Il Saggiatore (2015).
Il volume è poderoso, eppure molto spesso si vorrebbe leggere di più e approfondire – cosa che in parte avviene tramite un ampio apparato di note, e i rimandi ad altri testi dell’autore sul suo sito: http://www.giovannidallorto.com/
Grande bella lettura, con un punto di vista preciso ma argomentato con una massa di notizie e citazioni che dimostrano il lavoro accurato e profondo di ricerca storica.
Una bella intervista  all’autore (con annesso dibattito) si può ascoltare qui (ascoltare almeno i primi minuti per farsi un’idea del contenuto e del punto di vista del libro): https://soundcloud.com/consulenze-editoriali/presentazione-libro-di-giovanni-dallorto-tutta-unaltra-storia

“Ultime tendenze nell’arte d’oggi” di Gillo Dorfles

Dorfles 1


2


3Brani tratti dal capitolo 11 “Arte concettuale” del libro di Gillo Dorfles “Ultime tendenze nell’arte d’oggi – Dall’informale al concettuale – Feltrinelli Editore – 1981

Questo libro, anche in una ristampa più recente, risulta esaurito; io lo lessi e studiai ai tempi della mia frequentazione dell’Accademia di Belle Arti, ormai quasi 30 anni fa.
A quei tempi la scoperta dell’arte contemporanea, in particolare quella dell’area concettuale, mi entusiasmò parecchio, e questo libro, nella sua chiarezza, fu uno dei miei preferiti tra le letture del tempo.
Su Google Books potete leggere una bella anteprima della versione del 1999, che rispetto alla mia del 1981 presenta dei capitoli finali in più (potete vedere la differenza guardando copertina e retro della mia edizione, qui e qui).

“Storie di parole” di Giuseppe Pittàno e Rosanna Bonafede (disegni di Alessandro Sanna)

Storie di parole


1

2
3

Storie di parole” di Giuseppe Pittàno e Rosanna Bonafede è pubblicato dall’editore Gallucci (2015). Le illustrazioni sono di Alessandro Sanna (ho già parlato di un suo volume a fumetti qui – “Fiume lento – un viaggio lungo il Po“).
Potete sfogliare un po’ di pagine del libro qui su Issue, ma ricordate che nel libro non appare quel giallo lì, l’unico altro colore oltre al nero è l’arancione che si vede nel titolo (e nelle pagine qui fotografate).
Molto bella l’impaginazione e anche la redazione dei termini selezionati, per un libro rivolto ai ragazzi ma godibile a tutte le età.

“Una misteriosa devozione: Storie di scrittori e di cani molto amati” di Carlo Zanda

Zanda1

 

 

Freud

Freud, Wolf, Lün e Jo-fi

 


Malaparte

Curzio Malaparte e Febo

 


La Capria

Raffaele La Capria, Guappo e Clementina

Una misteriosa devozione: Storie di scrittori e di cani molto amati” di Carlo Zanda edito da Marcos y Marcos, 2014.

La copertina non rende merito al libro, che sembrerebbe uno di quei soliti libri un po’ sentimentali e pieni dei soliti aneddoti sull’amicizia tra cani e umani. Innanzitutto è ben scritto, pieno di foto, e gli scrittori presi in esami sono tutti famosi e interessanti (si va da Freud a Thomas Mann, da Virginia Woolf a Buzzati, da Simenon a Franca Valeri, e così via, in tutto sono più di 50).
Il libro è suddiviso in brevi capitoletti (2/3  pagine di media) titolati con il nome dello scrittore e il cane (o i cani) più amati. I racconti non riportano solo i giudizi degli scrittori sui cani, ma lasciano sempre intravedere la poetica e l’indole degli artisti, il rapporto con i cani insomma diventa anche riflesso di un modo di vedere la vita.
Qui trovate un’intervista all’autore.